Arcieri della Torre – 06 Wall

arcieri logo 800x840Arcieri della Torre – 06 Wall

Affiliata a: Fiarc Nazionale Fiarc Logo Triveneto_New

Chi siamo, e .. il perché del nome

Arcieri Della Torre

Compagnia Fiarc 06 Wall

Federazione Italiana Arcieri tiro di Campagna

La cinta muraria di Cittadella è uno dei pochi esempi di sistema difensivo con camminamento di ronda ancora percorribile, perfettamente conservata nel tempo e giunta ai giorni nostri ancora integra e recentemente restaurata.

E’ quindi uno dei sistemi difensivi medioevali più belli ed imponenti in Europa.

Inevitabile pertanto che il nome facesse riferimento alle nostre maestose “Mura” cittadine, essendo il monumento più importante della città, ma per dare un tocco di modernità e per riconoscenza ad un gruppo di amici, gli Arcieri del Grifone Compagnia 06Wlfi, abbiamo denominato la nuona compagnia “Wall”.

E tra i vari torrioni e torresini, inseriti lungo l’anello di mura la torre più importante della fortificazione, fatta erigere da Ezzelino IV° il Tiranno e citata anche dal sommo poeta Dante nella Divina Commedia, è la Torre di Malta con il simbolo dei Carraresi, importante Signoria Padovana del XIV° secolo.

Da queste motivazioni e su queste ispirazioni è nato il nome della nuova Compagnia, cioè “Arcieri della Torre – 06Wall”.

Presentazione – Scopi ed Attività

Verso la fine dell’anno 2014, in seno all’ associazione l’Arme, le Dame, i Cavalieri, dai soci del gruppo arcieri storici nasce una nuova Compagnia Fiarc di tiro con l’arco, che va ad aggiungere all’attività storico-culturale anche quella sportiva.

La genesi, come già preaccennato, è frutto anche della pluriennale collaborazione in ambito storico-rievocativo con l’associazione 06 Wlfi Arcieri del Grifone di Chioggia, già Compagnia Fiarc da fine anni ’80, al quale va tutta la nostra riconoscenza e gratitudine.

Il codice numerico 06 anteposto al nome, indica la Regione Veneto definita a livello nazionale dalla FIARC – Federazione Italiana Arcieri tiro di Campagna (www.fiarc.it), a cui la Compagnia è affiliata formalmente da gennaio 2015.

Scopo principale, oltre che all’arcieria storica, è la diffusione del tiro con l’arco a 360 gradi, quale attività anche ricreativa, adatta a tutti i membri di una famiglia, per una sana vita sportiva ed ecologica a stretto contatto con la natura.

L’attivita’ di Tiro con l’Arco:

Il tiro con l’arco outdoor, detto anche di campagna, consiste in una disciplina sportiva che associa il tiro con l’arco a simulazioni venatorie ripercorrendo l’evoluzione dell’arco in tutte le sue tipologie e delle tecniche di tiro dall’antichità fino ai giorni nostri. 

Gli archi usati, infatti, spaziano dagli archi storici usati nell’antichità sia per caccia sia in guerra (tra cui gli archi mongoli, quelli dei nativi americani, gli archi medievali europei, ecc.) fino ai più moderni archi compound che utilizzano alta tecnologia e materiali innovativi per offrire maneggevolezza e potenza di tiro elevate.

Il tiro venatorio è storicamente legato al concetto di tiro istintivo. Questa “filosofia di tiro” ha come fulcro la capacità insita nell’uomo di proiettare all’esterno le proprie emozioni, di colpire un bersaglio guidando la freccia utilizzando unicamente il proprio essere.

L’arciere istintivo deve sapere unire alla massima concentrazione anche una velocissima esecuzione del tiro.

Il tiro istintivo venatorio, praticato con archi tradizionali, è stato il punto di partenza su cui la Fiarc si è basata per sviluppare la pratica arcieristico-venatoria in Italia. Il tiro con l’arco è di per sé sinonimo di tradizioni appartenute a tempi ormai lontani e perse con il passare dei secoli. La nostra Compagnia di concerto con la Federazione, tende al recupero di questo patrimonio culturale con particolare attenzione verso le pratiche venatorie.

La Fiarc abbraccia un vastissimo campo di tecniche e tecnologie e le innovazioni tecnologiche sono entrate anche in questo mondo storicamente legato al legno, al corno e al tendine.

Ma una Federazione di Arcieri non può non prendere in considerazione anche gli archi tecnologici, come i compound, oltre che ai tradizionali, come gli storici, longbow e ricurvi. Quindi nel passato, nel presente e nel futuro convivono queste due anime che, con pari dignità, ma con strumenti diversi percorrono i campi di tiro uniti da un unico fine, cogliere il centro del bersaglio seguendo le regole della simulazione venatoria, ed in competizione spesso con se stessi.

“Il vero signore è simile a un arciere: se manca il bersaglio, ne cerca la causa in se stesso.” (Confucio – 551 ÷ 479 a.C.)

I corsi di tiro con larco

Rivivere le antiche gesta degli arcieri del passato imparando ad utilizzare i modelli antichi, ma anche i più recenti per uno sport ecologico…

E’ l’inizio del percorso che viene organizzato dalla Compagnia 06 Wall ’ Arcieri della Torre & Arme Dame e Cavalieri di Cittadella, in collaborazione con il Comitato Parco Palude di Onara di Tombolo, con una serie di corsi per diventare veri arcieri praticanti.

Corso base

Si articola in una serie di lezioni teorico-pratiche, tenuto da Istruttori federali con l’ausilio di Arcieri tutor esperti, facenti parte dell’associazione, tesserati ed esercenti l’attività arcieristica Fiarc

E’ finalizzato al corretto apprendimento e la gestione in sicurezza del tiro con l’arco a 360 gradi, dove il programma dettagliato degli argomenti sarà esposto nelle varie lezioni con relativa documentazione e sarà svolto parte nel campo di tiro, nell’aula didattica e nella palestra.

Verranno trattati orientativamente i seguenti argomenti: a) regole di sicurezza interna ed esterna, b) conoscenza dell’attrezzatura, c) elementari nozioni tecniche, d) presentazione delle diverse tipologie di archi, e) tiri a distanze diverse, f) tiri con dislivelli diversi, in salita e discesa, g) tiri in sequenza, in ginocchio ed a tempo. h) varie ed eventuali

Sarà fornito il materiale didattico, le dispense, l’utilizzo delle attrezzature quali archi scuola, frecce, faretre ed accessori di protezione individuale, materiali vari.

A fine corso sarà rilasciato il Diploma ufficiale del corso Fiarc – Federazione Italiana Arcieri tiro di Campagna, che assieme al tesseramento federale sarà valido ai fini assicurativi e di partecipazione a tutte le attività arcieristiche del Triveneto e nazionali, con tutte le categorie di archi, dagli storici ai tecnologici.

Campo di Tiro

In collaborazione con il Parco della Palude di Onara e del Comune di Tombolo, è situata una zona adibita a campo di tiro, dove in condizioni regolamentate e di sicurezza, possono essere effettuati gli allenamenti degli arcieri effettivi e praticanti.

L’utilizzo del campo da parte degli arcieri abilitati è definito con apposita procedura , e gli incontri si svolgono prevalentemente nei fine settimana, al sabato e/o alla domenica, ma anche in occasione di eventi o festività particolari.

Sono finalizzati alle esercitazioni sportive , alla messa a punto della propria attrezzatura una volta terminato il corso, ad incontri conviviali ma sempre e comunque nel rispetto della flora e della fauna che vi si trovano sul territorio di competenza, nonché delle regole di sicurezza impartite dai responsabili tecnici.

Palestra allenamenti indoor

Nei periodi invernali e genericamente in caso di maltempo, grazie alla collaborazione con il Comune di Cittadella ed al Dipartimento Scolastico, è possibile procedere all’attività arcieristica ed alle fasi preparatorie nella palestra scolastica Andrea Mantegna di B.go Treviso.

Sono pertanto riproducibili anche le condizioni di eventuali gare indoor svolte dalla Federazione , come pure le necessarie attività di riscaldamento muscolare e stretching come in tutti gli sport.

Gare Fiarc outdoor

Le gare outdoor, ossia all’aperto, si svolgono su percorsi naturali tra boschi, prati, colline e montagne, offrendo una bellezza paesaggistica unita alla parte più propriamente sportiva che pochi sport riescono a coniugare.

Le difficoltà, dovute alla distanza dei tiri sconosciuta, alle condizioni esterne climatiche, al terreno a volte impervio, ai giochi di luce ed ombra mettono a dura prova le capacità dell’arciere, ma sanno anche regalare grandi soddisfazioni.

I bersagli di materiale sintetico riproducono fedelmente animali, rendendo le gare delle vere e proprie simulazioni di caccia. Tutto ciò è fatto rispettando la natura e gli animali, ed è per questo senso etico nostri arcieri non praticano il tiro ad animali vivi.

Il nostro sport vuole essere in completa simbiosi con la natura e ciò ci impone di rispettare la fauna e la flora sia degli ambienti di gara che delle aree di allenamento.

E pur nella competizione inevitabile di una gara, non mancano gli aspetti conviviali ai posti di ristoro pre, durante ed a volte post evento, rendendo il tutto quasi unico nel panorama arcieristico italiano.

Ci sono anche alcune competizioni indoor che si svolgono principalmente nella stagione fredda, i cui bersagli sono comunque dello stesso tipo delle gare all’aperto.

Contatti

per qualsiasi informazione scrivete a: 06wall@armedamecavalieri.it